Archivio della categoria: Sbagli e imprevisti

Candidata fantasma

Aveva rinunciato a candidarsi ma la gazzetta ufficiale non ha fatto in tempo a cancellare il suo nome che però è stato cassato dai manifesti elettorali presenti nei seggi. E’ accaduto a Caltanissetta dove Silvia Di Blasi Petrantoni (”Democratici Autonomisti” a sostegno del candidato di centro-destra, Raffaele Lombardo), aveva dato forfait. I responsabili della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana non hanno fatto in tempo a depennare il suo nome prima che il bollettino andasse in stampa e, stamani, nei 291 seggi elettorali della provincia nissena i presidenti si sono mobilitati alla ricerca della ”candidata fantasma”.

Il cellulare della moglie di Mastella squilla nella cabina elettorale

Momenti di concitazione nel seggio elettorale di San Giovanni, a Ceppaloni (Benevento), durante il voto di Sandra Lonardo Mastella: il cellulare del presidente del Consiglio della Regione Campania ha infatti squillato proprio in quel momento. Un rappresentante di lista del centro destra, a questo punto, ha fatto mettere a verbale l’episodio. Sul posto è intervenuta la Digos, che ha accertato però che si trattava di un telefonino privo di fotocamera, e quindi di quelli non vietati dalla legge. ”E’ un telefonino di servizio e privo di fotocamera così come è stato ufficialmente accertato”, ha spiegato la Lonardo.

Berlusconi con mamma al seggio elettorale

Secondo quanto riferito, il Presidente del Consiglio, recatosi a votare al seggio via Scrosati a Milano in compagnia della madre, le ha spiegato come votare dicendole: “Metti una croce sul simbolo di Forza Italia”. L’intervento “elettorale” vietato è stato subito ripreso da un rappresentante dell’Unione. Secca è stata la risposta del Premier: “Almeno con la mamma!” Poi, uscendo, Berlusconi ha di nuovo apostrofato l’unionista: “Siete proprio l’Italia che non vuole bene”.